Comune di Trieste


torna alla homepage


La musicista vietnamita Nguyen Thi Thuy Huynh protagonista del prossimo appuntamento
con i "Lunedì dello Schmidl"


È la musicista vietnamita Nguyen Thi Thuy Huynh, in dialogo con la soprano Laura Antonaz, la protagonista dell'appuntamento in calendario lunedì 26 febbraio alle ore 17.30, alla Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich (Via Rossini, 4), nell'ambito del cartellone dei «Lunedì dello Schmidl», il ciclo di approfondimenti a cura di Stefano Bianchi che il Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl” da oltre un quindicennio offre sulle proprie collezioni al pubblico dei cultori della musica e del teatro.

Nguyen Thi Thuy Huynh ha studiato al Conservatorio di Musica di Ho Chi Minh City ove si è laureata con un Master in Musica Tradizionale Vietnamita. Suona gli strumenti T’rung, Ty Ba e Dan Bau. Nata a Ben Tre, Vietnam, intraprende inizialmente studi di danza per poi scoprire la passione per la musica.

Durante e dopo gli studi si è esibita a vari eventi e festival in Vietnam e Taiwan.

Nel 2014 ha vinto una medaglia d’argento al concorso nazionale per solista ed ensemble. Nel 2018 si è sposata con un cittadino italiano e si è trasferita in Italia.

Vive a Trieste con la sua famiglia e continua a coltivare la sua passione per la musica.

Secondo una leggenda cinese, durante la dinastia Qin, in una notte tranquilla, un pipistrello improvvisamente si posò sopra lo strumento Ty Ba mentre il musicista stava suonando. Egli provò a scacciarlo via per tre volte, ma il pipistrello continuò a ritornare ed aggrapparsi alla testa dello strumento rifiutandosi di andarsene. Da quel giorno in poi, ogni notte il pipistrello ritornava ad ascoltare il musicista quando suonava. Il giorno in cui il pipistrello morì, il musicista si commosse e realizzò un Ty Ba con una testa a forma di pipistrello per ricordarlo.

E' questa una delle storie al centro dell'incontro di lunedì 26 febbraio, nel corso del quale, attraverso la presentazione degli strumenti della tradizione musicale vietnamita, Nguyen Thi Thuy Huynh evidenzierà la presenza della musica in Vietnam quale accompagnamento di molte attività della vita quotidiana. Particolare importanza riveste in questa prospettiva il canto popolare (sul fiume, nei campi, nelle feste, nei templi), dalle ninnenanne per i bambini alle canzoni d’amore e d'amore per la patria.

L'ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.


[home page] [lo staff] [meteo]