torna alla homepage


Triskell: presentata la diciassettesima edizione per il Festival Internazionale di Musica e Cultura Celtica di Trieste

Dal 21 giugno al 2 luglio, presso il Boschetto del Ferdinandeo di Trieste

“Un festival con una propria personalità, che si diversifica in ogni sua forma da tutti gli altri e che si distingue per l'indiscussa unicità.” Scrive la presidente dell'Associazione Uther Pendragon che lo organizza, Elisabetta Sulli, nella presentazione del programma di quest'anno. Una formula che l'ha resa una delle manifestazione più attese della città, con le sue centomila presenze, coorganizzata con il Comune di Trieste, in particolare l'Assessorato al turismo e la sesta circoscrizione, e con i contributi della Regione Autonoma F.V.G. assessorati alla Cultura e al Turismo, e quelli della Siot e del Gruppo Banca Popolare di Cividale. Dal 21 giugno al 2 luglio, appassionati, curiosi e veri e propri cultori del Triskell potranno immergersi per ben dodici giorni in un ricchissimo programma che ripercorre le tradizioni e le usanze degli antichi Celti, a contatto con la natura e con la possibilità di partecipare ai numerosi laboratori, conferenze, stage e coinvolgenti attività anche per i più piccoli. Le danze e la musica delle aree cosiddette celtiche, rimangono il piatto forte che ogni anno attira un pubblico numerosissimo da tutta Italia, ma anche da Austria, Slovenia e Croazia.

Un'edizione ancora più coinvolgente, soprattutto per i più piccoli, con tante animazioni e laboratori. Per la prima volta al Triskell adulti e bambini potranno vivere per due giorni le emozioni della celebre saga del Signore degli Anelli vestendo i panni dei personaggi del capolavoro di Tolkien. La Compagnia di San Giorgio e il Drago alternerà questo tema con le vicende di Re Uther Pendragon, Re Artù e i cavalieri della tavola rotonda.

Omaggio all'amore come lo vivevano gli antichi Celti, immersi nella natura, con le celebrazioni delle Unioni con rito celtico, che ogni anno riscuotono grandissimo successo tra le coppie di tutte le età, e che verranno celebrate anche il lingua friulana.

Un'altra grossa novità è il primo Triskell Contest Cosplay in collaborazione con i Ruoleggi dei Caraibi di Trieste, l'appuntamento per tutti gli appassionati cosplayer sarà il 2 luglio sul palco del festival e il tema dell'edizione sarà il mondo fatato e il fantasy.

“Quest'anno abbiamo voluto portare una ventata di novità, un po' per la durata di dodici giorni rispetto a consueti dieci, e poi per ampliare gli orizzonti del festival e di tutti gli ambiti che coinvolge, in particolare il fantasy: per i grandi con il Cosplay Contest, e per i piccini con le due animazioni interattive. Visto il successo della manifestazione che coinvolge un pubblico sempre più numeroso e variegato abbiamo voluto offrire un panorama musicale ancora più vasto, dal cuore più tradizionale della musica celtica alle ultime novità contemporanee.” Ha dichiarato la Presidente dell'Associaizone Uther Pendragon Elisabetta Sulli.
Il programma musicale

I concerti serali, anche in questa edizione, proporranno le più disparate sfumature del panorama musicale celtico europeo, con musicisti da Germania, Serbia, Olanda, Svizzera, Bretagna, Scozia. Come di consueto il cartellone sarà ricco, con un'ampia componente di artisti Italiani e gruppi regionali presentati tramite la rassegna “spazio ai gruppi locali”.

A farci sognare nella notte del solstizio, mercoledì 21 giugno, saranno, in apertura del festival, i Dream Sign, duo di arpa e tastiere per la rassegna “spazio ai gruppi locali”, seguiti dagli Emian Pagan Folk, un ensamble perfetto per una serata dai toni mistici. Con la loro musica richiamano atmosfere di un tempo rivisitate con lo stile dei giorni nostri. Un graditissimo ritorno dalla Serbia giovedì 22 giugno, con la musica dei già apprezzatissimi Irish Stew of Sindidun; la band di Belgrado ritorna con uno stile più maturo, un nuovo violinista e nuove composizioni.

Una sferzata di energia ci regala un assaggio del fine settimana con i tamburi e le cornamuse degli Svizzeri Marama Tribe che giovedì 22 faranno nel pomeriggio street music, mentre venerdì 23 giugno si esibiranno sul palco. Seguirà un tuffo spensierato nell'atmosfera bretone dei Tricorne, che combinano suoni bretoni a quelli irlandesi, in un crescendo di energia e simpatia, da non perdere questa prima assoluta in Italia per la band della Bretagna.

Sabato con la grinta della musica folk elettronica dance dei The Sidh, che il 24 giugno tornano sul palco del Triskell dopo il successo travolgente di Italia Got Talent e una tournée in Cina. A seguire, un gradito ritorno, dopo il successo dell'edizione del 2014, per gli Scozzesi “Ho-Rò”, con due nuovi membri e un primo album da presentare al pubblico del Festival.

Un'altra novità ad aprire la prima domenica del Triskell, i Roundeau de Favel con il loro elettro-medieval celtic. Sei talentuosi musicisti che hanno saputo coniugare arie medievali con strumenti moderni ed elettronici, tanto da essere acclamati in tutta Europa. Dall'Italia si passerà alla Scozia, terra di provenienza degli Heron Valley, una band di giovani ma già affermati musicisti dal sound folk contemporaneo, per la prima volta a Trieste.

Per gli amanti della musica folk tradizionale lunedì 26 giugno arriva un quartetto di Pescara innamorato dell'Isola di Smeraldo, i Donegal Woods. Allegri e scanzonati sapranno ricreare l'atmosfera serena dei pub irlandesi. Martedì invece sarà la volta dei Patricks, cinque musicisti di Verona che allieteranno il pubblico con le tradizionali gigs, reels e la splendida voce di Margot.

Irrinunciabile ritorno per coloro che fanno scatenare ogni anno gli appassionati del festival ma anche tutta Trieste nelle loro consuete incursioni cittadine, mercoledì 28 giugno sarà una serata da Fabula! I cinque guerrieri sassoni scalderanno l'atmosfera nella seconda parte della serata e torneranno con le loro cornamuse e tamburi anche nella prima serata di giovedì 29. Ad anticipare i Fabula mercoledì i Micro Irish Band con tradizionali ballads, jigs, reel non solo Irlandesi ma anche Scozzesi e Bretoni. Nella seconda serata di giovedì invece si resterà nelle taverne medioevali con gli italianissimi In Vino Veritas, che con abiti e maschere particolari proporranno un mix musicale ispirato alle tradizioni celtiche e medievali con ballate dal XVII a fine XIV secolo.

Avanti tutta invece, per venerdì 30 giugno, dove al Triskell sbarcano i pirati, in una serata a loro dedicata: alle 20.45 i Brigada Pirata proporranno un ricco repertorio di Sea Shanties, ballate inglesi e irlandesi con brani che narrano di avventure in giro per i mari. A seguire ritornano, dopo il successo della scorsa edizione, gli olandesi Pyrates! Con le loro melodie popolari di marinai di epoche passate e i loro costumi, coinvolgeranno tutta la “ciurma” del pubblico del festival.

L'ultimo sabato del Triskell l'appuntamento fisso è con i Gens D'Ys, l'immancabile Accademia di danze irlandesi più famosa d'Italia, guidata da Umberto Crespi. A chiudere la serata alla grande saranno, dall'Olanda, gli Harmony Glen, la più famosa e accreditata band olandese di musica folk irlandese, in prima assoluta nazionale in esclusiva per il festival di Trieste.

A completare il cartellone musicale della XVII edizione, domenica 2 luglio, saranno gli Irish Five, la band vincitrice dell’European Celtic Contest 2016, votata da 5 festival italiani tra cui Triskell. Bravura e simpatia saranno le loro armi per concludere in bellezza, sulle note di classici brani irlandesi, rivisitati con il loro stile a ritmo sostenuto.

Danze e spettacoli appassioneranno anche quest'anno il numeroso pubblico del festival, a dare un tocco suggestivo alle serate del Triskell ritroviamo Vassago con un nuovo spettacolo di contact juggling e fire perfomance intitolato “B:I:O:S: Burning Idols Over the Stars”.

Un ricco calendario di conferenze e approfondimenti storici con esperti relatori, giornalisti e scrittori, permetterà a curiosi e appassionati di approfondire e ripercorrere tradizioni, cultura e spiritualità di questi antichi popoli che hanno abitato anche i nostri territori. Per chi ama la pratica anche quest'anno i workshop proposti dal Triskell sono i più vari, per tutti i gusti e per tutte le età: dai più piccini che potranno cimentarsi con l’arte della spada o in quella del disegno, agli adulti che potranno scatenarsi con le danze bretoni, scozzesi oppure irlandesi, tirare con l’arco storico, duellare con la spada, imparare ad usare la lancia o lo sgalancio o scoprire uno strumento della tradizione celtica. Approcciarsi alla manualità degli antichi Celti, lavorando l'argilla, il cuoio, ma anche scoprendo l'antica lavorazione dei tessuti. Ritornerà quest'anno il magico mondo dello gnomo Ardusli con la conferenza di Giovanni Zavalloni di sabato 24 giugno, e il rito delle Fate.

Tiro con l'arco con prove, dimostrazioni e corsi per tutta la settimana a cura dell'ASD Dragon Rouge, con la consueta iniziativa “Una freccia per...” che quest'anno sarà dedicata a “Il Sogno di Giulia” , il progetto di raccolta fondi per ricordare Giulia Buttazoni, la ragazza investita proprio in via De Marchesetti. Tramite il tiro con l'arco, chi lo vorrà, potrà lasciare un contributo a questo progetto, che ha, tra gli altri, l'obiettivo di realizzare un’aula di microbiologia all’Istituto Deledda. Sabato 1 e domenica 2 luglio il Terzo Trofeo Alasdair di tiro con l'arco.

Ritorna anche l'acclamatissima “Lotteria Celtica”, anche quest'anno l’associazione Uther Pendragon ha messo in palio ben 15 premi. Dopo un viaggio in Irlanda di 7 giorni per due persone, anche un week-end a Dublino sempre per due, bottiglie di idromele, un CD dei Pyrates!, uno dei Fabula, e vari nuovi gadget. Perché non tentare la fortuna con soli 2 euro a sostegno della manifestazione vincendo un meraviglioso viaggio? Con la Lotteria Celtica si può! Il regolamento completo è visibile sul sito www.celticevents.org www.utherpendragon.it. chi ama questa manifestazione ha l'opportunità di sostenerla con la possibilità di vincere meravigliosi premi.

Inoltre tende storiche, accampamenti, battaglie, dimostrazioni, divinazioni e rievocazioni di antichi rituali come il Solstizio d’Estate o la Notte di San Giovanni. Animazioni varie e giochi saranno proposti dai Clan e associazioni presenti per tutta la durata del festival. Il tutto accompagnato dalla leggendaria cucina celtica e dalla favolosa birra irlandese.

Triskell, fa parte di ECQUE (European Celtic Quality Events), il marchio di qualità fondato il 17 marzo 2011 assieme ad altri 3 principali festival celtici d'Italia, un consorzio che contraddistingue gli eventi d.o.c. del circuito celtico italiano. Ecque è la federazione degli eventi celtici che garantisce spettacoli e servizi di qualità al proprio pubblico.

Per approfondimenti e per il programma dettagliato il sito della manifestazione e www.celticevents.org e www.utherpendragon.it,  nonché la pagina ufficiale su FB Triskell Celtic Festival.

Il XVII Festival Internazionale di Musica e Cultura Celtica di Trieste Triskell è coorganizzato con il Comune di Trieste, con i contributi e il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia Assessorato alla Cultura e assessorato al Turismo, il patrocinio gratuito del Consolato Onorario di Francia a Trieste e il sostegno della Banca di Cividale.

Il Festival Internazionale Triskell si avvale di alcuni partners qualificati, come l’A.S.D. Dragon Rouge, Ass. Cult. Aes Torkoi, Ass. Cult. Tre Draghi, Ass. Cult. Clan del Cervo, Ass. Cult. Clan del Toro, Ass. Cult. Silicon Kafe, Ass. Cult. Gens d’Ys, e l’Ass. Cult. Il DardO, realtà cittadine, ma anche di altre città d’Italia. E i mitici instancabili volontari...

Altri sostenitori sono:
ECQUE;
Irlandando.it;
Irlanda.com
Irlandaonline.it

Radio Punto Zero Tre Venezie, radio ufficiale del Festival, seguirà la manifestazione con interviste, dirette quotidiane all’area della manifestazione.


[home page] [lo staff] [meteo]