Comune di Pordenone


torna alla homepage


Esposizione elaborati per il progetto "Pordenone"


I sette corti cinematografici del progetto “Pordenone” diretti dall’Associazione Astro, in uscita questa primavera, sono stati anticipati da una trentina di opere in mostra al Paff! International Museum of Comic Art, in programma fino al 10 marzo.

I disegni originali, realizzati dagli studenti di Grafica (3^E e 5^E) del liceo artistico Galvani di Cordenons, sono ispirati proprio ai personaggi e ai luoghi del progetto cinematografico, il cui trailer è di prossima uscita.

Il protagonista dei corti è un poliziotto di circa 40 anni che, dopo un’assenza di 20 anni dalla propria città d’origine, torna a Pordenone per delle indagini e deve scontrarsi con un pericoloso dinamitardo disposto a tutto. Ogni corto racconta una parte della storia, come se si trattasse di una serie TV in cui ogni puntata chiude una parte della storia e rilancia alla puntata successiva, stimolando la curiosità.

Le puntate saranno l’occasione per invogliare a visitare Pordenone, conoscere i volti di una città viva e attrattiva, i cambiamenti che ha affrontato negli ultimi 20 anni, i luoghi di principale interesse storico e culturale, come corso Vittorio Emanuele II, piazza del Duomo, il Ponte di Adamo ed Eva, piazza XX Settembre con la Biblioteca civica, e quelli meno conosciuti.

A raccontarli, non saranno tanto i dialoghi, quanto piuttosto le immagini e la colonna sonora, musiche originali composte per l’occasione dalla Scuola di Musica Città di Pordenone.

Il presupposto dal quale l’associazione è partita dando vita al progetto è stato quello di dimostrare, attraverso lo strumento del cinema, che Pordenone non è una città morta, bensì viva, dinamica e attrattiva. Tra gli obiettivi, il coinvolgimento, la partecipazione e la messa in campo di forze da parte di realtà pubbliche e private del territorio al fine di creare una rete tra istituzioni, associazioni, scuole, aziende, privati e altri enti che potesse testimoniare la vivacità e la dinamicità del territorio pordenonese e delle persone che lo abitano.

Domenica 25 febbraio è avvenuta l'inaugurazione della mostra, che espone in anteprima anche la locandina ufficiale del progetto cinematografico, realizzata da Alberto Della Libera, nato da un’idea originale dell'Associazione Culturale Astro attraverso la realizzazione di sette corti cinematografici a tema poliziesco ambientati in città.

I disegni più meritevoli sono stati utilizzati per la chiusura delle puntate e, assieme agli altri elaborati caratterizzati da innovatività, precisione, coerenza, sono stati selezionati dallo staff Astro per la mostra PORDENONE, ospitata al PAFF!.

Al “taglio del nastro” sono intervenuti i componenti del direttivo del PAFF!, l’assessore alla Cultura e vicesindaco Alberto Parigi, il dirigente del Liceo Artistico Enrico Quattrin con gli insegnanti e gli studenti, i rappresentanti dell’associazione Astro assieme al regista Jimmy Baratta.

«Associazione Astro, Liceo Galvani e Comune di Pordenone assieme per una mostra al Paff! – ha dichiarato Parigi -. Da cosa nasce cosa e il fermento giovanile pordenonese sta tornando protagonista. Siamo orgogliosi di sostenere questo progetto virtuoso ideato, progettato e realizzato dai giovani per la propria città. Fondamentale è inoltre la collaborazione con le realtà di Pordenone per la realizzazione di progetti condivisi, una risorsa imprescindibile per il raggiungimento dell’obiettivo di Pordenone Capitale della Cultura».

L’esposizione al PAFF! è una co-produzione Associazione Culturale Astro e Liceo Artistico Galvani di Pordenone curata dalle professoresse Sara Marzari e Moira Piemonte, Giacomo Boz, Gabriele Pillot, in collaborazione con PAFF! e Comune di Pordenone (Settore 5 – Istruzione e Politiche Giovanili).

I disegni sono stati realizzati dagli studenti della 3^E (Agata Mascarin, Andrea Busacca, Davide Giroldo, Filip Stamenkovski, Gaia Roman, Gaia Tuccinardi, Giulia Simola, Valeria Miotto) e della 5^E (Martina Celeprin, Beatrice Furlan, Caterina Boz, Anna Cisilino, Salima Filipetto, Matthias De Piero, Nicole Rodella e Matilfe Piccinato) indirizzo Grafica.

L’allestimento è stato curato dalle studentesse Asia Mozzon e Matilde Piccinato con la collaborazione di Susanna Perin.


[home page] [lo staff] [meteo]